BaruQ
Cibo per i Testimoni di Geova riflessivi
“‘Ma in quanto a te, tu continui a cercare grandi cose per te stesso. Non continuare a cercare. Poiché, ecco, io farò venire la calamità su ogni carne’, è l’espressione di Geova, ‘e certamente ti darò la tua anima come spoglia in tutti i luoghi nei quali andrai’”
Importante: Questo sito non pretende di possedere la verità. Il lettore dovrebbe essere in grado di usare discernimento, esaminando attentamente le Scritture per vedere se queste cose sono così. (Atti 17:11)
Easach L.S.
Cosa simboleggiano le due montagne di rame di Zaccaria?
Stefan Stefancik from Pexels and klausdie from Pixabay
La Torre di Guardia del mese di ottobre 2017 contiene due articoli di studio per le ultime due settimane di dicembre. I due articoli trattano il quinto e il sesto capitolo del libro di Zaccaria. Come al solito, la spiegazione data dalla Watchtower non è sufficiente: i redattori hanno completamente annacquato il capitolo 6.

Il settimo paragrafo afferma quanto segue:

Nella Bibbia i monti possono rappresentare regni o governi. I monti della visione di Zaccaria sono simili ai due descritti dal profeta Daniele. Uno di questi monti rappresenta la sovranità universale di Geova, che durerà per sempre. L’altro simboleggia il Regno messianico il cui Re è Gesù (Dan. 2:35, 45).

Infatti, nella Bibbia i monti possono rappresentare regni o governi. Il verso 35 ci dice che la pietra che aveva colpito la statua diventò un grande monte. Da dove viene questa pietra? Versetto 45: dal monte fu tagliata una pietra… Questa affermazione della Torre di Guardia è quindi corretta ma non può applicarsi ai monti di Zaccaria. I monti di rame non possono rappresentare la sovranità di Geova e di Gesù. La sovranità di Geova è sempre rappresentata dall'oro, ed è per questo che la presenza di Geova nel tabernacolo, cioè l'arca del patto, è costituita d'oro e non d’un altro metallo.

Il paragrafo 8 contiene un'altra affermazione errata:

Perché i monti che vede Zaccaria sono di rame? Come l’oro, il rame è considerato un metallo di grande valore. Infatti Geova comandò di usare questo metallo lucente nella costruzione del tabernacolo e poi del tempio di Gerusalemme (Eso. 27:1-3; 1 Re 7:13-16).

Qui hanno degradato la qualità di Geova. Prima di tutto, il rame è di grande valore? Vedi la lista qui sotto con il valore del metallo per grammo in data della stesura di questo articolo. Osserva che l'argento è vicino all'oro ma non al rame. Nei Giochi Olimpici, c'è la medaglia di bronzo, ma non di rame. Quindi il bronzo ha più valore del rame. Anche quella cosa semplice, il Corpo Direttivo è incapace di comprenderla. Non hanno idea del perché la visione parla di monti di rame, quindi hanno solo commentato che Geova ha comandato di usare questo metallo lucido per essere usato nella costruzione del tabernacolo. Ancora una volta hanno degradato Geova e il suo pensiero. Geova è dietro solo le cose brillanti o ciò che è fisico, proprio come un uomo comune? L'argento non è più lucido del rame? Anche se la spiegazione della Torre di Guardia è puramente sotto il profilo materialistico, tuttavia è errata, perché l'argento e il bronzo sono molto più brillanti del rame.

  • 1 Bitcoin: 11421.16 € (13537.5 USD)
  • Oro (1 gr.): 34.55 € (40.99 USD)
  • Platino (1 gr.): 24.77 € (29.39 USD)
  • Argento (1 gr.): 0.44 € (0.53 USD)
  • Bronzo (1 gr.): 0.00632 € (0.00741 USD)
  • Rame (1 gr.): 0.00588106 € (0.00697635 USD)

L'articolo del Torre di Guardia continua:

Quindi è appropriato che i due simbolici monti siano di rame, perché questo ci ricorda l’eccellente qualità della sovranità universale di Geova e del Regno messianico, che porteranno sicurezza e benedizioni a tutta l’umanità.

Questo è totalmente sbagliato: il rame simboleggia una qualità eccellente quando in realtà è l’oro? Quale sarà più stabile o più sicuro? Il rame è un metallo stabile? Di fatto, di nuovo l'oro è stabile. Supponiamo che mettiamo del rame nel suolo e che aspettiamo una settimana: sarà diventato blu o verde blu, che è ossido di rame (CuO). È stabile? Ma se metti l'oro per un mese in profondità nel terreno e lo recuperi alla fine di questo tempo sarà diventato fangoso, ma una volta lavato è lo stesso dell'originale; quindi l'oro è stabile, non il rame.

Poiché il rame è una rappresentazione del regno di Cristo, pensi che questo regno sia inferiore al regno di rame menzionato in Daniele 2:32?

Perché tutti questi errori? In adempimento di Isaia 42:19: “Chi è cieco, se non il mio servitore?” A causa di questa cecità, le nostre pubblicazioni negli ultimi anni si sono concentrate su lezioni tratte da storie bibliche piuttosto che cercare di trovare modelli e adempimenti tipici e antitipici. Lo stesso Corpo Direttivo ha riconosciuto che non è né ispirato né infallibile.

I due monti simbolici non rappresentano Geova e Gesù. Ricorda, l'arca del patto, la presenza simbolica di Jehovah, è costituita da oro ma al di fuori del Santissimo si trova il rame, come descritto in Esodo 27 e 1 Re 7.

Ora prendi Esodo 30:18: Geova disse ancora a Mosè: “Dovrai fare un bacino di rame, con la sua base, in cui lavarsi; lo collocherai fra la tenda dell’incontro e l’altare, e vi metterai dentro dell’acqua”.

Prima facciamoci la domanda perché Geova ha dato l’istruzione di collocarlo fra la tenda dell’incontro e l’altare.

Inoltre Geova continua in Esodo 30: 18,19: e vi metterai dentro dell’acqua. Aronne e i suoi figli vi si laveranno le mani e i piedi. Quando? Il versetto 20 risponde: Quando entreranno nella tenda dell’incontro o si accosteranno all’altare per fare a Geova offerte mediante il fuoco, si laveranno con acqua.

Perché? I versi 20 e 21 danno la risposta: per non morire. Dovranno lavarsi le mani e i piedi per non morire

Per chi il bacino di rame e l'acqua sono tenuti per lavarsi? Per i figli di Aaronne, cioè i sacerdoti.

001-the-tabernacle
© Rev. Yves Langevin / FreeBibleimages.org

Ora considera l'illustrazione. Il sacerdote nominato, mentre entra nell'ingresso del cortile esterno, vede prima l'altare. Cosa significa? Vuol dire che il sacrificio viene prima di tutto. Il sommo sacerdote fa un sacrificio per se stesso come qualsiasi altro israelita.

Dopo il sacrificio sull'altare, ora è pronto a fungere da prete che serve nel santissimo, ma non può farlo finché non si lava nell'acqua custodita nel bacino di rame. Questo è il motivo per cui questo bacino di rame si trovava tra la porta del luogo santo e l'altare. Il bacino di rame serviva per un grande scopo, vale a dire il lavaggio e la purificazione del sacerdote da ogni contaminazione fisica.

Come questo è applicabile nel contesto cristiano e in che modo ci aiuta a capire le due montagne di rame di Zaccaria 6?

Prima di tutto cerchiamo di capire il motivo per cui l'acqua è mantenuta nel bacino di rame.

Prendiamo il rame fisico. Secondo uno studio del 2012 pubblicato su Journal of Health, Population and Nutrition, la conservazione di acqua contaminata in rame per un massimo di 16 ore a temperatura ambiente riduce considerevolmente la presenza di microbi dannosi, tanto che i ricercatori hanno dedotto che il rame potrebbe essere una soluzione promettente per la depurazione microbica dell'acqua potabile al punto di consumo.

Uno studio aggiuntivo dei ricercatori dell'Università della Carolina del Sud ha esplorato il potere purificatore del rame, scoprendo che "le superfici di rame antimicrobico nelle unità di terapia intensiva uccidono il 97% dei batteri che possono causare infezioni acquisite in ospedale", con una riduzione del 40% del rischio di contrarre un’infezione. La ricerca è stata condotta in una struttura ospedaliera di terapia intensiva. Ha rilevato che le stanze con oggetti con superficie in rame avevano un tasso di infezione inferiore alla metà rispetto a quelle senza rame.

Hai afferrato il punto? Nel tempio di Geova l'acqua viene conservata in un bacino di rame per lavare le mani del sacerdote prima di iniziare il suo servizio nel Santissimo. Ora pensa come tutti sanno che è importante lavarsi le mani con il sapone prima di mangiare. Cosa succede se l'acqua utilizzata per il lavaggio è contaminata? È inutile usare solo il sapone. Quindi l'acqua contenuta nel bacino di rame significa che l'acqua che viene utilizzata per il lavaggio deve essere pulita e quindi utilizzata per il lavaggio.

Nel contesto cristiano il sacrificio significa rinunciare a tutti i desideri carnali ed egoistici per amore di Geova e del regno di Cristo. Quindi la persona deve credere nel sacrificio di riscatto di Gesù.

Ora dopo essersi lavato il sacerdote entra nel luogo santo. Nel contesto cristiano come una persona viene lavata nel acqua del bacino di rame? Dove viene tenuta l'acqua senza contaminazione in modo che una persona possa lavarsi? Prima di tutto nell'ambientazione cristiana, come dovrebbe essere compresa l'acqua? Solo se sai cos'è l'acqua, allora saprai automaticamente cos'è il rame. Gesù risponde in Giovanni 3:5: "nessuno può entrare nel Regno di Dio a meno che non nasca d’acqua e di spirito”. A quale acqua si riferiva Gesù? Si riferiva all'acqua fisica in modo che potesse essere usata per la pulizia? Gesù dice esplicitamente in Giovanni 17:17: “Santificali per mezzo della verità; la tua parola è verità”. Quindi, qui la parola di Geova è la verità che è come l’acqua pura. Ma quell'acqua pura non dovrebbe essere contaminata dall’influenza microbica tossica di Satana e questo è il motivo per cui la parola di Geova è messa in Gesù; è come l'acqua tenuta nel bacino di rame nel tabernacolo di Dio. Giovanni 3: 34,35 lo conferma: "colui che è stato mandato da Dio pronuncia le parole di Dio … il Padre ama il Figlio e ha messo ogni cosa nelle sue mani”. (leggi anche Giovanni 5:19 e Isaia 50:4) Ecco perché Gesù poteva dichiarare audacemente in Giovanni 15:3: "Voi siete già puri grazie alla parola che vi ho detto”, e questo è ciò che intende in Giovanni 4:13,14, 6:63 e 7:37.

Quindi le parole di Gesù sono come l’acqua pura e il contenitore è Gesù stesso; egli è come il bacino di rame.

Lasciamo da parte l'acqua per concentrarci sul rame. Qual è la relazione tra il bacino di rame nel tabernacolo e i monti di rame di Zaccaria 6:1? Prima di tutto, va notato che noi stessi abbiamo fatto un'analogia secondo la quale il rame rappresenta Gesù, ma questo dovrebbe essere sostenuto dalla Bibbia. Lo sostiene Gesù stesso in Giovanni 3:14,15: "E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così il Figlio dell’uomo dev’essere innalzato, affinché chiunque crede in lui abbia vita eterna”. Ora, chiediti solo che cosa tipo di serpente ha usato Mosè? Un serpente di rame (Numeri 21:8) Gesù fa un'analogia con il serpente di rame impiccato da Mosè sul palo. Quindi ora paragona il bacino di rame al serpente di rame agganciato da Mosè: si riferisce chiaramente a Gesù Cristo. Quindi il rame rappresenta Gesù Cristo. Per aggiungere alla prova che Gesù è il rame, Rivelazione 1:15 sostiene chiaramente che i piedi di Gesù erano di rame puro. Perché? Quando viene nella congregazione, proprio come il rame purifica l'acqua nello stesso modo egli purificherà la congregazione. Rivelazione 2:18 descrive i piedi di Gesù come rame puro quando parla alla congregazione Tiàtira. Molte traduzioni della Bibbia hanno tradotto con bronzo i versetti di Rivelazione 1:15 e 2:18, ma la traduzione del Nuovo Mondo sembra corretta: ci sono circa sei parole per rame in greco e una di esse è χάλκινο νόμισμα = chálkino nómisma, ma per il bronzo è μπρούντζος = broúntzos. Anche se qualcuno insiste che è di bronzo, non cambia nulla, e si può sempre fare la corrispondenza con Gesù. Ad esempio, di cosa è fatto il bronzo? Il bronzo è una lega composta principalmente da rame, generalmente contenente circa il 12% di stagno e spesso integrata con altri metalli (alluminio, manganese, nichel o zinco) e talvolta non metalliferi o metalloidi come l'arsenico, fosforo o silicio. Poiché il bronzo è un metallo misto, possiamo paragonarlo a Gesù perché Gesù era una creatura spirituale prima di venire sulla terra, e quando fu trasferito in forma umana, fu mescolato con il gene umano; così il bronzo si adatta a Gesù. In effetti, queste aggiunte producono una gamma di leghe che può essere più dura del rame da solo o hanno altre proprietà utili, come rigidità, duttilità o lavorabilità. Ciò dimostra che il regno di Gesù non è composto solo da Gesù, ma da 144000 tratti dall'umanità della terra. Il suo regno corrisponde alla qualità del bronzo che indica la sua durezza verso il malvaggio.

Bene, cosa rappresenta la montagna nella Bibbia? Prendi Daniele 2:35: "Ma la pietra che aveva colpito la statua diventò un grande monte che riempì l’intera terra”. Esiste una pietra fisica in grado di riempire tutta la terra e diventare una grande montagna? No, ma ne troviamo il significato in Daniele 2:44,45: “Ai giorni di quei re l’Iddio del cielo istituirà un regno … Questo regno non passerà nelle mani di nessun altro popolo; frantumerà tutti questi regni e metterà loro fine, e sarà l’unico a durare per sempre. Infatti hai visto che dal monte fu tagliata una pietra, non da mani umane…”.

Quindi, la montagna rappresenta un regno o un governo. Vedi anche Rivelazione 6:15-17, dove si parla di persone nascoste nelle caverne e tra le rupi dei monti. E dicevano ai monti e alle rupi: “Cadeteci addosso e nascondeteci dalla faccia di colui che siede sul trono” a causa della parusia di Gesù perché non sono in grado di resistere. Qualcuno può andare a dire alle caverne e alle montagne di cadere su di loro per salvarli? Cosa succederà se caverne e montagne cadranno sulle persone? Tutti moriranno! Piuttosto, il significato è che diranno alle loro "montagne" o governi di proteggerli dalla presenza di Gesù. Quindi, la montagna rappresenta il regno.

Quindi abbiamo capito che il rame rappresenta Gesù e la montagna, un regno.

Così la montagna di rame in Zaccaria 6:1 rappresenta il regno di Cristo. Ma ancora una volta leggi questo versetto: "Quindi alzai di nuovo gli occhi e vidi quattro carri che uscivano in mezzo a due monti, e i monti erano di rame”. Non si parla di una singola montagna, ma di due. L'interpretazione delle due montagne nella Torre di Guardia, una delle quali essendo la sovranità universale di Geova e l'altra il regno messianico, è corretta? NO! Le due montagne rappresentano il fatto che il regno di Cristo non è composto solo da Cristo, ma anche dagli unti. Anche se il Regno di Cristo appartiene anche agli unti, essi sono rappresentati da due montagne separate per mostrare che Gesù è sempre speciale perché prima di venire su questa terra come uomo, era uno spirito figlio di Dio e ha autorità per dare la salvezza, mentre gli unti non sono mai esistiti prima come creatur e spirituali come Gesù. Né hanno l'autorità di concedere la salvezza come Gesù. Loro stessi hanno bisogno di Gesù per la salvezza. È solo dopo che diventano figli adottivi di Dio. Leggi Romani 8:15. Questo è il motivo per cui Paolo ha scritto in Romani 8:17: "E se siamo figli, siamo anche eredi, eredi di Dio e coeredi di Cristo, purché soffriamo con lui per essere anche glorificati con lui”. Il fatto che le due montagne indicano che il regno di Cristo è anche il regno dei santi è confermato da ciò che leggiamo in Daniele 7:18: "Ma i santi del Supremo riceveranno il regno, e possederanno il regno per sempre, per tutta l’eternità". È per mostrare chiaramente questa differenza che ci sono due montagne.

Hai ancora dei dubbi sul fatto che Gesù sia il rame e quindi il suo regno è rappresentato dalla montagna di rame? Ma come può la seconda montagna di rame rappresentare il regno quando è composto da unti che provengono dall'umanità? Non dovrebbe essere rappresentato da fango o argilla?

Bene, quando gli unti pongono fede nel sacrificio di riscatto di Gesù Cristo e fanno sacrifici e si purificano con la parola di Gesù, è come se il sacerdote nel tabernacolo si lavasse nel bacino di rame. Quando questi unti subiranno una violente persecuzione durante il regno dell'ottavo re o re del Nord (Daniele 12:7; Rivelazione 6:11) e quando andranno in cielo diventeranno come Gesù stesso. Filippesi 3:20,21 dice concretamente: "La nostra cittadinanza invece è nei cieli, e da lì aspettiamo ansiosamente un salvatore, il Signore Gesù Cristo, il quale, con la grande potenza che gli permette di sottomettere a sé ogni cosa, trasformerà il nostro misero corpo perché sia come il suo corpo glorioso". Inoltre 1 Giovanni 3:2 dice che durante la manifestazione di Gesù gli unti saranno come Gesù stesso: "Quello che sappiamo è che, quando egli si manifesterà, noi saremo come lui, perché lo vedremo così com’è”.

Quindi, se Gesù trasforma il corpo degli unti come il suo, diventano come Gesù ed è perché il regno di Gesù è anche composto da esseri umani presi dalla terra che è anche rappresentato dal rame. Ma Gesù è grande perché è Colui che ha dato la salvezza agli unti ed è Gesù che ha trasformato il loro corpo alla sua somiglianza. Quindi il regno è uno solo (rame) ma per mostrare la differenza tra Gesù e l'umanità presa dalla terra trasformata in spirito, vengono mostrate due montagne di rame (il regno di Cristo composto da Cristo + gli unti). Stesso regno e stesso metallo – il rame.

C'è anche un'altra valida ragione per cui il regno di Gesù è rappresentato con il rame. Come il rame purifica anche i microbi nell'acqua, allo stesso modo quando il regno di Gesù sarà stabilito, pulirà ogni singolo micro, nano, pico e femto vestigio del sistema di Satana. Anche in Rivelazione 1:15, Gesù viene descritto con i suoi piedi di rame puro. Perché? Quando verrà nella congregazione, proprio come il rame pulisce l'acqua allo stesso modo pulirà la congregazione. Prendi Rivelazione 2:18. Quando parla alla congregazione di Tiàtira, di nuovo Gesù viene descritto come se i suoi piedi fossero di rame puro. Perché ancora e ancora il rame è menzionato? Se Gesù sta dicendo qualcosa, significa che è serio e ha un significato immenso. Gesù non è uno scrittore di romanzi per riempire le pagine della Bibbia né darà dettagli inutili a meno che non sia della massima importanza e che influisca sulla sua stessa congregazione.

Un'ultima ragione per cui il monte di rame rappresenta il Regno di Gesù e non quello di Geova è che il rame pulisce anche la parte microbica dell'acqua. Anche durante il regno pacifico di mille anni di Gesù Cristo, la morte non è stata ancora rimossa. Ciò significa che la terra non è completamente purificata, quindi è necessario il rame. Quando Satana verrà rilasciato dopo i mille anni, alcuni saranno ancora contaminati. Pertanto, durante il suo dominio finale, Gesù ha ancora qualche lavoro di pulizia da fare con questa terra, così che il suo regno è ancora fatto di rame. Lo scopo principale del suo regno è purificare la terra. Solo dopo che la terra è stata purificata Gesù dona il suo regno al padre (1 Corinti 3:28), vale a dire quando ha preso possesso di tutta la creazione, in particolare l’umanità, ed è entrato nel Santissimo. È come se un sacerdote stesse lavandosi nell'acqua ramata ed entrasse nel Santissimo alla presenza di Geova.

Ora, ti starai chiedendo, fratello, se il sacerdote carnale era un uomo e un peccatore e dunque era contaminato, come si può dire che Gesù si comporta come un prete, lavandosi nell'acqua ramata prima di entrare nel Santissimo nella presenza di Geova? Bene, secondo Ebrei 5:10 Gesù è stato nominato da Dio sommo sacerdote. Ma come può lavarsi le mani come un prete carnale? O qual è il bisogno per Gesù di lavarsi le mani se le sue mani non sono contaminate dal peccato? Bene, la risposta è che il lavarsi le mani non significa le mani fisiche. Secondo Colossesi 1:16, tramite lui sono state create tutte le altre cose nei cieli e sulla terra. Ciò significa che la creazione dell'universo era opera delle mani di Gesù, ma nel Giardino dell'Eden questa opera è stata contaminata da Satana (Genesi 3:4-6), quindi fino ad ora tutta la creazione continua a gemere e soffrire. Ora prendi Giovanni 17:17. Gesù disse: "Santificali per mezzo della verità; la tua parola è verità". Quindi, se qualcuno accetta la parola di Gesù (l'acqua (la parola) nel bacino di rame (Gesù)) è come se l'opera delle mani di Gesù fosse stata lavata dalla parola di Geova proprio come il sommo sacerdote dell'antico Israele si lavava nell'acqua conservata in un bacino di rame. Dopo che Gesù ha restituito il regno (1 Corinti 15:28) a Geova, è come se il sommo sacerdote entrasse nel Santissimo che è fatto d'oro. Il metallo usato nel Santissimo è l'oro. Lo standard di Geova è l'oro Per favore, considera Rivelazione 21:4: "Ed egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più lutto né lamento né dolore”. Considera il momento in cui ciò accade, Satana viene eliminato nel capitolo 20, ma "la morte non ci sarà più” si verifica nel capitolo 21, quando Geova stesso si siede sul trono e diventa re, nemmeno quando Gesù è re. Quindi, il Regno di Geova è d'oro, mentre quello di Cristo è di rame, non perché è inferiore ma perché il suo ruolo è di ripulire la terra contaminata da Satana. Così quando la Società Watchtower dice che una montagna di rame rappresenta il Regno di Dio e un'altra montagna di rame rappresenta il Regno di Cristo, questo è assolutamente inaccettabile. Lo standard di Geova è sempre l’oro.

Registrazione
Iscriviti per essere avvisato quando nuovi articoli vengono pubblicati. Se non vuoi dare il tuo indirizzo e-mail, è possibile utilizzare un servizio di posta elettronica temporanea di tipo YopMail o creare un indirizzo Gmail riservato per la posta in arrivo da Baruq.

Lettura consigliata
Esaminiamo le nostre credenze:

l'esistenza di Dio

Se si chiede ad un cristiano, ed in particolare a un Testimone di Geova, di fornire una prova dell'esistenza di Dio, ci sono grandi probabilità che citi il quarto versetto del terzo capitolo della lettera agli Ebrei, "Ogni casa è costruita da qualcuno, ma chi ha costruito ogni cosa è Dio".

Se il ragionamento è corretto, dal nulla non si è generato nulla bensì ogni cosa è presente sulla terra per via della volontà di un progettista, bisogna tuttavia capire che Paolo non stava cercando di argomentare sull'esistenza di un Creatore. Si stava rivolgendo ai suoi compagni cristiani, oltre che ebrei, che certamente non dubitavano del fatto che l'universo fu governato da un essere potente alla base di tutto. Inoltre, nell'antichità il problema non era affatto la non-credenza in Dio ma piuttosto l'inverso: si aveva tendenza a credere in una moltitudine di divinità. D'altronde, Paolo, in un'occasione, rimarcò che era stato fatto un altare dedicato ad un dio sconosciuto, sicuramente per timore di dimenticare di adorare una divinità.

(Proseguire)
Acalia & Marta
Parabole per i nostri giorni (prima parte)
Carl-Bloch-Sermon-on-the-Mount
Cos'hanno da dirci le parabole di Gesù? Hanno relazione coi nostri giorni? Per prima cosa dobbiamo identificarle e comprendere quali di esse hanno un risvolto profetico. Per fare un esempio contrario, la parabola del figlio prodigo contiene un grandissimo insegnamento per noi ma non è profetica, non annuncia nessun avvenimento! Come facciamo dunque a distinguere i tipi di parabole? Come al solito, è molto semplice: ci atterremo a ciò che disse Gesù Cristo stesso, senza aggiungere né togliere. Limiteremo le interpretazioni ai soli elementi che si possono evincere direttamente dai racconti o da altri particolari scritti e attinenti. Per il resto ci accontenteremo volentieri della risposta del Signore: "Non sta a voi acquistar conoscenza dei tempi o delle stagioni che il Padre ha posto nella propria autorità”. – Atti 1:7
(proseguire)

Leggi ogni giorno la Bibbia!
Bible Study - by courtesy of pixabay.com
Visita leggi.la.bibbia.baruq.uk
inizio pagina
Come commentare con Disqus?
Puoi usare un account Disqus. Clicca sul logo Disqus e segui le istruzioni.
Puoi commentare come ospite: clicca “I’d rather post as a guest” e segui le istruzioni.
Puoi usare il tuo account Google, Twitter o Facebook.
Per il momento, i commenti non sono moderati, finché si usa il buon senso e sono rispettate le leggi in vigore. Nota comunque che la moderazione può avvenire a posteriori.
This website may use cookies to give you the very best experience. If you continue to visit it, you consent to this - but if you want, you can change your settings in the preferences of your web browser at any time. Please check this page to read our privacy policy and our use of cookies
inizio pagina